Inaugurazione

Tutto è cominciato sabato sera con il fantastico concerto gospel della nostra corale tenutosi in chiesa.

E poi tre…due…uno! Ha inizio il gran giorno.

Domenica 6 marzo 2016, un giorno atteso ormai da 11 anni che sembrava non arrivare mai.

Abbiamo iniziato con la messa solenne celebrata da monsignor Descalzi il quale da anni dimostra un grande affetto e attaccamento nei confronti della nostra parrocchia al cui vanno sicuramente i nostri più sentiti ringraziamenti.

Subito dopo la messa tutti siamo andati in corteo, grazie alla attentissima organizzazione da parte degli scout, davanti a quello che è sembrato per molto tempo un miraggio, il nuovo oratorio.

Qui dopo la benedizione e il taglio del nastro da parte del vescovo abbiamo potuto festeggiare con dello spumante! Nel mentre la gente festeggiava all’interno della palazzina venivano fatti gli ultimi aggiustamenti e il lancio dei palloncini. Quale momento migliore infatti per permettere a tutti di fare un tour guidato per il nuovo oratorio, nelle aule del quale si potessero presentare i vari gruppi che ogni settimana si ritrovano qui.

E così a gruppetti da venti tutti voi, mi auguro, dopo aver combattuto con il freddo, mentre aspettavate il vostro turno, siete stati portati da una guida in pigiama o in accappatoio in giro per l’oratorio…strano direte voi, ma con questo gesto abbiamo voluto rappresentare quanto l’oratorio sia per noi una casa…e sì “casa” era proprio questo il tema scelto per l’Exporatorio. Tutti i gruppi infatti hanno cercato di fare proprio questa parola e unirla con il contesto dell’oratorio e ciò che è uscito fuori è stato qualcosa di meraviglioso, abbiamo potuto osservare case di cartone tutte colorate, una stanza da riordinare, un’altra dove potevamo degustare buonissimi dolci, una dove abbiamo scorto una linea del tempo che collegava il nostro passato al futuro più florido e infine una in cui proprio come all’expo abbiamo potuto vedere un albero della vita.

Questa giornata, ma in generale tutta la preparazione, è stata, per me, anche il modo di avvicinarmi molto alla realtà scout infatti avremmo potuto fare ben poco senza il loro preziosissimo aiuto. Oltre che realizzare una fantastica sopraelevata all’esterno e darci la possibilità di visitare le loro sedi, sono stati davvero di una bravura eccelsa durante il servizio del pranzo. Pensate un po’ che un consistente gruppo scout con qualche educatore, ha dato da mangiare a 405 persone! E’ stato un servizio coi fiocchi dalle portate vere e proprie, per le quali dobbiamo ringraziare il mitico Pasquale e tutto il suo staff cucina, ai camerieri che hanno compiaciuto tutti mantenendo anche una certa eleganza e raffinatezza. E’ stato bellissimo che al pranzo abbiano partecipato anche tutti coloro che hanno con mano tirato su in nostro oratorio dall’architetto al capo cantiere.

Concluso il pranzo, nel pomeriggio siamo stati coinvolti dalla COC che ha organizzato benissimo delle attività e partite per intrattenerci. E abbiamo poi potuto assistere anche ad un fantastico spettacolo teatrale!

Beh che dire dopo tutta questa frenesia un po’ di riposo ce lo siamo tutti meritati, ma mi raccomando non troppo! Perché questo giorno non deve rimanere un dato nella cronologia dell’oratorio, ma deve essere il trampolino che porta a tutti noi nuova vita, e un nuovo entusiasmo per vivere e abitare questo spazio che altrimenti, grande come è, rimarrebbe vuoto e senza spirito.

Ora quindi palla al centro e iniziamo questa difficile partita che ci impegna tutti ad essere costantemente parte viva del nuovo oratorio.

P.S. Ah! Mi raccomando però attenzione a non macchiare i muri, durante questa partita!

Claudio