Roma 2016

Dal 23 al 25 Aprile io, altri ragazzi e i nostri educatori, facenti parte di diversi gruppi parrocchiali, come preado 3, ado 1 e ado 2, abbiamo partecipato al “Giubileo della Misericordia” dei Ragazzi a Roma assieme al Papa. Non eravamo soli, infatti, insieme alla nostra parrocchia hanno vissuto tale esperienza anche altre parrocchie del Decanato Vigentino. In quei 3 giorni, seppur pochi, abbiamo avuto modo di visitare la Magica Roma ed apprezzarne il suo fascino espresso maggiormente dal simbolo della Chiesa Cristiana, ovvero la Basilica di San Pietro. Altro luogo particolarmente affascinante sono stati i Musei Vaticani, dove all’ interno sono raccolte alcune delle più importanti opere di Michelangelo e Raffaello; del primo si ricorda la Cappella Sistina, mentre del secondo è famosa la Scuola di Atene. Il Pellegrinaggio a noi ragazzi, provenienti da differenti stati del mondo, ci ha riservato una serata di grande festa allo Stadio Olimpico, durante la quale non sono mancate musica, testimonianze e anche tante risate. La domenica abbiamo assistito alla messa del Papa, in una Piazza San Pietro gremita di fedeli. È stato un momento davvero emozionante, dato che non capita tutti i giorni di partecipare ad una funzione celebrata dal Pontefice. I preado 3 poi hanno avuto la possibilità di visitare le catacombe mentre noi adolescenti abbiamo potuto fare un giro per Roma e vedere gli edifici più significativi come il Panteon e il Colosseo. Il momento più importante di tutti per me è stato il passaggio attraverso la Porta Santa della Basilica, preceduto da un percorso di riflessione e preghiera. Che dire, questa esperienza è stata davvero indimenticabile e diversa da quelle che vivi ogni giorno. Mi ha colmato di gioia il fatto di aver potuto vedere il Papa così da vicino e sperimentare in modo più profondo anche l’affetto che mi ha legato agli altri miei compagni ed educatori per questo li ringrazio. Sono stati tre giorni straordinari. Che dire di più: Voglio tornarci subito!

Andrea

Credo che questa esperienza, sia stata fantastica e auguro a tutti di non perdere un’occasione del genere per passare del tempo con amici e persone ancora da conoscere, un’esperienza incredibile da non dimenticare e spero anche da rifare. Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che sono stati dietro l’organizzazione di questo piccolo viaggio, da Padre David agli educatori e a tutti coloro che hanno partecipato.

Federica